Puglia: si porta la corrispondenza altrui a casa, arrestata dipendente postale. Intanto il figlio spaccia, arrestato anche lui

Impiegata da anni presso il centro di smistamento postale di Tricase, aveva il compito di smistare la corrispondenza che poi  sarebbe stata consegnata ai vari utenti. Purtroppo molta della corrispondenza non arrivava a destinazione in quanto la dipendente, Maria Antonietta Mammolo, 54enne, preferiva portarsela a casa senza farsene accorgere dai colleghi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una volta a casa, con comodo, buste, pacchi e quant’altro venivano aperti dalla donna che s’impossessava del contenuto, spesso anche di un certo valore. In seguito alle indagini effettuate dai Carabinieri, e constatato il reato di peculato, la donna è stata licenziata in tronco.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In famiglia, però non era solo la donna ad essere malfattrice ma anche il figlio 24enne. Infatti quando i Carabinieri sono entrati in casa della donna per una perquisizione, hanno trovato il figlio e un suo amico in possesso di sacchetti contenenti marijuana e cocaina. Sia la donna che figlio sono stati arrestati e portati in carcere, mentre l’amico è finito agli arresti domiciliari.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Lecce per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

 

- Prosegue dopo la pubblicità -