Puglia: sequestrati ben 16 kg di datteri appena raccolti. Denunciate due persone dalla Guardia di Finanza

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Trani nell’ambito di una pianificata attività di controllo finalizzata al contrasto dei traffici illeciti e alla repressione costiera della pesca di frodo di datteri di mare, intercettava a Bisceglie (BT), in zona porto, due soggetti appena rientrati da una battuta di pesca.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sottoposti a controllo, i due pescatori di frodo, dopo essere stati identificati, venivano denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria di Trani per la violazione delle Leggi Comunitarie e Nazionali che tutelano la particolare specie ittica e il patrimonio ambientale.
L’attività posta in essere ha permesso il sequestro di complessivi kg. 16 di datteri di mare appena raccolti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La pesca del dattero, assolutamente vietata, continua ad essere perpetrata da spregiudicati pescatori di frodo, grazie ad un mercato nero del consumo che alimenta la richiesta del prodotto; si tratta di un tipo di pesca altamente lesiva dell’ecosistema marino, poiché possibile, soltanto attraverso la frantumazione di un ampio tratto di scogliera, che conduce all’alterazione e distruzione dell’ecosistema marino. La pena prevista per chi pesca, detiene e commercia datteri di mare prevede una multa fino a 12.000 euro e l’arresto da due mesi a due anni.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Barletta – Andria – Trani per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -