In preparazione in Puglia gigantesca evacuazione di più della metà della popolazione di Brindisi (circa 50.000), per la presenza di bomba bellica. Trasferimento anche per 200 carcerati. Polizia Locale da Bari, Taranto e Lecce. Controlli gas e contrasto furti

Un episodio che non avrà eguali nella Storia della città di Brindisi si verificherà nel prossimo mese di dicembre, quando il capoluogo brindisino dovrà sottoporre ad evacuazione momentanea più della metà della sua popolazione:

- Prosegue dopo la pubblicità -

causa dell’iniziativa è una bomba della seconda guerra mondiale inesplosa ritrovata nel corso dei lavori per l’ampliamento del Cinema Andromena anel quartiere Bozzano, dove è rimasta sottoterra per 70 anni. La bomba è stata danneggiata nelle fasi del ritrovamento e così è stato necessario attivare un protocollo di sicurezza che prevede l’evacuazione di tre quarti della città, un piano preparato in sinergia tra Comune e Prefettura. Il piano scatterà a Brindisi il prossimo 15 dicembre 2019 quando sarà necessario evacuare anche il carcere di circa 200 detenuti. L’evacuazione dalle zone interessate avverrà per fasce orarie:

- Prosegue dopo la pubblicità -

in base a quanto organizzato, le famiglie verranno gradualmente fatte evacuare tra le ore 5 e le 8 del mattino. A condurre l’operazione di disinnesco – che dovrebbe durare circa un paio d’ore – sarà la Protezione Civile mediante il via libera agli artificieri dei geni guastatori di Foggia.  E’ prevista la gestione di un flusso di oltre 11mila auto. Prevista la vigilanza delle forze di polizia per scongiurare i furti nelle abitazioni. Nelle zone interessate sarà staccato anche il gas.  Il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e il comandante della Polizia locale Antonio Orefice hanno chiesto in queste ore anche il supporto di agenti della Polizia Locale di Bari, Taranto e Lecce.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni mentre per seguire tutte le news in tempo reale vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/PugliaReporter. Inoltre è possibile partecipare al gruppo Whatsapp dedicato alla regione Puglia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -