Puglia: appicca il fuoco all’auto della sorella. Arrestato 50enne per continui maltrattamenti e minacce verso i familiari

I Carabinieri della Stazione di Grottaglie (TA) hanno tratto in arresto, per i reati di maltrattamenti, minacce, evasione e danneggiamento a seguito di incendio, un 50enne di Monteiasi. L’uomo, dopo essere evaso dalla propria abitazione, ove era ristretto in regime di detenzione domiciliare, si è recato presso l’abitazione della sorella e, per futili motivi, mediante l’utilizzo di liquido infiammabile, ha appiccato il fuoco all’autovettura di proprietà della stessa, che era regolarmente parcheggiata nella pubblica via.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Grottaglie che hanno prontamente domato le fiamme e i militari della Stazione Carabinieri di Grottaglie che da subito hanno avviato gli accertamenti del caso. In particolare, i Carabinieri dopo aver appreso dei continui maltrattamenti e minacce poste in essere, da diverso tempo, dall’uomo nei confronti dei propri congiunti, e precisamente della madre e delle due sorelle, le quali, nella circostanza, per tali fatti hanno formalizzato denuncia/querela;
hanno rintracciato il soggetto che a seguito di un malore è stato soccorso da personale del 118 e ricoverato presso l’Ospedale civile “SS. Annunziata” di Taranto, dove, su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Taranto, è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari presso la cella dedicata della struttura ospedaliera.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile seguire tutte le news cliccando “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/PugliaReporter. Inoltre, scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Taranto per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -