“Governo controlli i prezzi in agricoltura, stop a ribassi”

uliv“L’ Andalusia, prima regione per produzione olivicola della Spagna, sta chiedendo in questi giorni al proprio Ministero dell’Agricoltura un meccanismo obbligatorio di ritiro dell’olio di oliva per fermare la crisi del vertiginoso ribasso del prezzo provocata anche dall’abbondante produzione prevista per questa campagna olearia. Anche gli agricoltori italiani, specialmente i pugliesi, dovrebbero richiedere con forza le stesse misure di protezione: sebbene l’Italia sia scesa al quarto posto per produzione di olio d’oliva tra i Paesi Ue, i riflessi dell’enormi disponibilità di merce sui mercati si avvertono per intero sui prezzi” – è l’analisi diffusa nei giorni scorsi da un comunicato firmato da Coldiretti Puglia ha ha poi aggiunto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Ciò vale soprattutto per l’olio extravergine, tipico della Puglia ed è per questo che plaudiamo all’iniziativa di Coldiretti Puglia, che ha messo in campo una strategia valida di promozione: la costituzione del Consorzio per la tutela dell’Olio Extravergine a denominazione di indicazione geografica protetta di Puglia con marchio IGP “OLIO DI PUGLIA”. Nel frattempo, però, accanto a questo filone, bisogna spronare il governo nazionale a seguire la strada tracciata dalla Spagna: chiediamo l’attuazione di meccanismi di sostegno del reddito degli olivicoltori pugliesi attraverso la protezione ed il controllo del prezzo dell’olio d’oliva” – concludono da Coldiretti Puglia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Inoltre, scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp dell’area metropolitana di Bari (clicca qui per accedervi) per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -