Puglia: 19^ festival de “Il libro possibile” a Polignano a Mare dall’8 all’11 luglio 2020

“Il viaggio è il tema scelto quest’anno per la nuova edizione de ‘Il libro possibile’. Il viaggio evoca la strada percorsa in questi mesi di pandemia, ma anche il cammino che resta da fare, le cose nuove che verranno. Come sempre saranno le parole, i libri, ad aiutarci a comprendere il viaggio che stiamo facendo. Perché è questo il potere dei libri: ci aiutano a capire, a guardare il mondo e a non averne paura. Il Libro Possibile è il festival della parola che torna a incuriosirci, a costruire relazioni, ad abbattere i pregiudizi e a farci sentire una comunità aperta e dialogante”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Noi ci siamo e saremo sempre accanto al Libro Possibile. La Regione Puglia sostiene e finanzia il Festival, perché ciò che abbiamo imparato in questi anni è che gli eventi culturali sono senz’altro dei veicoli straordinari di crescita sociale e civile, ma anche di bellezza e di attrattività. Lo faremo anche quest’anno, grazie all’energia di Rosella Santoro e di una macchina organizzativa complessa, attenta a garantire tutte le misure di prevenzione affinché pubblico e ospiti possano godere di questo grande evento in piena sicurezza”. Questo il commento del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in occasione della 19esima edizione del festival “Il libro possibile” la cui presentazione si è svolta ieri mattina a Bari. In rappresentanza della Regione Puglia, l’assessore all’Industria turistica e culturale Loredana Capone e il direttore del Dipartimento regionale Politiche per la salute, Vito Montanaro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il festival si svolgerà a Polignano a Mare dall’8 all’11 luglio 2020. La cultura come terapia per la ripartenza. È per questo motivo che sosteniamo il primo festival della letteratura che si tiene dopo 4 mesi di chiusura- dichiara la Capone -“La diciannovesima edizione del festival, con un tema che affronta le utopie che possono diventare sogni e sogni anche realizzabili rappresenta già un successo per la tenacia dei suoi organizzatori e per la volontà della Regione Puglia di fare di tutto perché la manifestazione si svolgesse con il marchio Covid free. Dunque, in una Polignano sicura e internazionale, riparte un festival di prestigio ma riparte anche simbolicamente – e presto anche concretamente – tutta la Puglia della cultura”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“È interesse comune di tutti i pugliesi – conclude l’assessore – accogliere ospiti di rilievo nazionale e internazionale per confronti e dibattiti su temi di particolare attualità che stimolino riflessioni sul piano culturale, sociale, politico ed economico. Anche quest’anno, pur con le dovute limitazioni dettate dalle precauzioni sanitarie, ci sarà un coinvolgimento pieno della cittadinanza e di tutta la Puglia, favorito anzi dal nostro investimento per un turismo di prossimità. Perché il festival è una grande occasione di marketing territoriale, oltre che evento culturale importante, capace di affascinare con i libri un pubblico sempre più vasto in una dimensione culturale di respiro internazionale; e per questo puntiamo a trasformarlo in una realtà ancora più stabile”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Con l’assessore Capone abbiamo condiviso, in questi ultimi quattro mesi, momenti molto delicati e complessi – commenta il direttore del Dipartimento regionale Politiche per la salute Vito Montanaro –prendendo delle decisioni anche importanti come questa. Abbiamo chiesto agli organizzatori del Libro possibile infatti di continuare a programmare e ad organizzare un evento stupendo, la prima manifestazione pubblica in presenza in Puglia, ma anche un appuntamento ormai consolidato da anni. In Puglia abbiamo avuto pochi disagi rispetto a ciò che è successo in Italia e nel mondo fortunatamente. Per diversi giorni abbiamo avuto zero contagi e se i conti non mi smentiscono nel mese di giugno avremo lo zero tendenziale. Questo ci ha consentito di organizzare in totale sicurezza la manifestazione. E io da polignanese e da vecchio amico della rassegna, invito tutti a parteciparvi, con le dovute precauzioni naturalmente”.

In particolare il Dipartimento salute parteciperà con due iniziative: ‘la Puglia dona emozioni” (percorso etico che la Puglia realizza da anni) e l’iniziativa Covid free per veicolare non solo l’idea che la Puglia è Covid free ma anche che per essere Covid free bisogna rispettare le regole, che esistono ancora. La pandemia infatti non è ancora debellata. Oggi l’economia e la cultura aiuteranno sempre di più a garantire l’importante tema della salute. Hanno partecipato alla conferenza stampa, tra gli altri, Rosella Santoro, direttrice artistica del festival e Domenico Vitto, sindaco di Polignano.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Inoltre, scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp dell’area metropolitana di Bari (clicca qui per accedervi) per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.