Puglia: ad alta velocità l’uno affianco all’altro per 1 km sino alla collisione. Ai due feriti sospensione della patente e denuncia

Sembrava un banale incidente stradale quello per il quale i Carabinieri della Stazione di Gravina sono intervenuti a seguito di richiesta di intervento nella zona industriale, invece le indagini condotte dai militari hanno portato alla luce che il sinistro era la diretta conseguenza di una vera e propria gara di velocità di cui si erano resi protagonisti due giovani 20enni del luogo, conducenti di un’autovettura Volkswagen Golf e di una Fiat Punto. In particolare:

- Prosegue dopo la pubblicità -

le indagini condotte sulla dinamica e soprattutto l’acquisizione delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti nella zona di interesse, hanno evidenziato che i due giovani, a bordo delle rispettive autovetture, hanno percorso ad alta velocità, in tarda serata, un tratto di strada di circa 1 Kilometro della zona industriale, l’uno affianco all’altro, fino a quando uno dei due non ha perso il controllo della propria autovettura collidendo con quella del suo coetaneo, procurandosi entrambi lesioni lievi che gli stessi si facevano refertare presso il locale ospedale recandovisi autonomamente. Inevitabile per entrambi la denuncia per la violazione della norma al codice della strada che vieta di gareggiare in velocità e la sospensione della patente di guida.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Inoltre, scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp dell’area metropolitana di Bari (clicca qui per accedervi) per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -