Feste in Puglia senza bancarelle, lo sfogo degli ambulanti ai politici: “se sei del sistema puoi organizzare eventi, ma per noi il virus non è più democratico” – video

 “Il caos che sta accadendo in queste ore nelle città, sui litorali, sulle spiagge, dentro e fuori le discoteche, nelle piazze, durante i comizi elettorali ha mandato su tutte le furie l’unico settore rimasto senza alcuna risorsa economica da novembre dello scorso anno ed al quale si continua a negare il legittimo Diritto al Lavoro durante le Fiere, Feste Patronali ed altre manifestazioni commerciali – si legge in un comunicato dell’Area Comunicazione Unibat, in merito alla soppressione delle bancarelle alle Festa patronali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Perfettamente riuscita l’iniziativa F24 Day del giorno martedì 11 agosto 2020. Gli F24 prestampati, pronti per essere pagati, sono sati consegnati ai sindaci con formale invito al pagamenti entro i termini per evitare sanzioni. Un Tour che ha fatto registrare la partecipazione degli Ambulanti in crisi, disperati che hanno dovuto subire le ingiustizie e persino l’umiliazione da parte dei sindaci che hanno arbitrariamente soppresso le suddette manifestazioni commerciali ma chiudendo gli occhi di fronte a tutto quanto accade nelle loro città. Una Lotta alla Bancarella che il Presidente Unibat, Coordinatore CasAmbulanti Italia, Savino Montaruli, ha così commentato: “anche in questa circostanza la politica, la mala politica ed il mal governo sono riusciti persino ad ammaliarsi il Covid-19. Il cosiddetto Coronavirus, conosciuto ed “apprezzato” per essere un virus democratico, ha perso questa sua qualità diventando un Virus asservito. Un Virus che diventa aggressivo e contagioso durante le Feste Patronali commerciali ma che diventa innocuo quando si tratta di assembramenti nelle piazze, sui lidi, dentro e fuori le discoteche e le sale da ballo e persino durante la manifestazioni religiose e nei comizi elettorali. Un Virus “a comando” cui è stato insegnato di essere violento ed imperdonabile solo quando ci sono le bancarelle delle Feste e Fiere.  Mister Covid-19 è un vero bastardo ed un infame nel sangue, quindi. Un vero figlio di virulenta giovenca in calore. Un vero assassino delle tradizioni, dell’economia, della storia del nostro territorio. Davvero a questo punto sarebbe il caso di conoscere mister Covid in modo da consegnare direttamente al lurido infame gli F24 che chiedono di essere pagati ad agosto ed a settembre. Chissà se tra un Gnam o un’amorosa serata d’amore sulla sabbia piuttosto che in uno dei tanti comizietti elettorali di bassa Lega il bastardo Covid preferisce l’assembramentus interruptus piuttosto che l’attesa di massa per entrare nei luoghi del divertimento. Di sicuro ora siamo tutti alla ricerca del Covid intelligente; quello che ha capito tutto della vita e che al suo essere Democratico ha preferito diventare servo al servizio del potere e della mediocrità rappresentata da una classe politica e dirigente inadeguata, mediocre e persino dannosa. Questo Covid va assolutamente sconfitto, se non altro perché è diventato un vero Dittatore che approfitta dei soggetti deboli ed indifesi, che se la prende con le bancarelle ma che chiude gli occhi di fronte a tutto il resto.Il video del presidente sul Virus antidemocratico:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni via Whatsapp. Inoltre possibile partecipare al gruppo Whatsapp dedicato alla regione Puglia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -