Puglia: rompe i vetri delle auto in sosta asportando degli oggetti. Arrestato 36enne foggiano

Nella giornata del 12 settembre u.s., Agenti della Polizia di Stato delle Volanti della Questura di Foggia, dopo la mezzanotte hanno tratto in arresto un foggiano di 36 anni, con pregiudizi di polizia, per il reato di furto aggravato. Il predetto è stato altresì denunciato per i reati di possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e acquisto di oggetti di probabile provenienza furtiva.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I poliziotti su richiesta della sala operativa sono intervenuti in Via Barra perché era stato segnalato un uomo che aveva infranto i vetri delle auto parcheggiate, asportando degli oggetti. Immediatamente gli Agenti, giunti sul posto hanno individuato un uomo corrispondente alla descrizione che in mano aveva due borse, all’interno delle quali erano custoditi: due stereo per auto, dei cd, una felpa griffata, occhiali da vista, un giubbino catarri frangenti; inoltre un cacciavite ed un martelletto frangi vetro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Da un sopralluogo effettuato nella zona, gli Agenti sono risaliti alle due autovetture oggetto del furto e per uno dei due proprietari delle auto è stato possibile rientrare subito in possesso dello stereo appena rubato, mentre l’altro materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Per quanto accertato, l’uomo è stato condotto in Questura e dopo gli accertamenti di rito condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile seguire tutte le news cliccando “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/PugliaReporter. Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero al gruppo Whatsapp della provincia di Foggia è possibile inviare segnalazioni oltre che seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -