Puglia: 88mila euro di sanzioni e sequestro di 3,5 tonnellate di prodotto ittico dalla Guardia Costiera di Bari

Nei giorni scorsi, il personale della Guardia Costiera della Direzione marittima di Bari, ha concluso un’importante operazione regionale di controllo sulla filiera ittica che ha riguardato punti di sbarco, depositi, pescherie e ristoranti. L’intera attività ha portato complessivamente al sequestro di 3,5 tonnellate di prodotto ittico, all’elevazione di sanzioni per un importo totale di 88.000 Euro e alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di 6 trasgressori.
Tra i numerosi interventi si citano, il sequestro di 150 kg di prodotto ittico privo di tracciabilità e 20 kg di prodotto scaduto, in una sala ricevimenti, che hanno portato all’elevazione di una multa di 4.500 euro nei confronti del titolare mentre, in un ristorante del centro di Bari, è stata accertata una frode in commercio poiché veniva somministrato “pangasio” spacciandolo per il più pregiato “pesce persico”. A Giovinazzo sono stati sequestrati 455 kg di molluschi e l’intero impianto abusivo di depurazione utilizzato, comminando al responsabile una sanzione di 10.000 euro.
Nei casi di prodotto sequestrato per cui è stata accertata l’idoneità al consumo umano, il pescato è stato devoluto in beneficenza ad enti caritatevoli.

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni via Whatsapp. Inoltre possibile partecipare al gruppo Whatsapp dedicato alla regione Puglia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -