Puglia: 150 kg di materiale esplodente rinvenuto nell’abitazione e nella cantina di un barlettano. Arrestato

A Barletta i poliziotti delle Volanti del locale Commissariato di P.S. unitamente agli uomini del Nucleo Artificieri dell’UPGSP della Questura di Bari stanno eseguendo capillari controlli del territorio al fine di contrastare il dilagante fenomeno dell’accensione di fuochi pirotecnici di genere proibito, che, nell’ultimo periodo, ha generato numerose polemiche; l’attività ha consentito ieri l’arresto di un 37enne del luogo per il reato di detenzione illegale di ordigni esplosivi, di manifattura artigianale, micidiali, ex art. 2 l.895/1967 e omessa denuncia di materie esplodenti ex art.678 c.p..

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dopo varie segnalazioni e un’intensa attività info-investigativa, si è effettuata una perquisizione all’interno di una cantina in uso all’arrestato, ove sono stati rinvenuti tre cartoni contenenti ordigni esplosivi di manifattura artigianale; l’attività quindi è stata estesa alla abitazione dell’uomo ove è stato rinvenuto altro materiale esplodente. Il sequestro complessivamente ha riguardato 150 kg. di esplosivo, contenuto nei numerosi manufatti rinvenuti, e che erano conservati in abitazione ed in una cantina, circostanza questa che rendeva la detenzione ancor più pericolosa. Dopo le formalità di rito l’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Foggia a disposizione dell’A.G. procedente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile seguire tutte le news cliccando “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/PugliaReporter. Inoltre, scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Barletta – Andria – Trani cliccando qui per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -