Bari: i cittadini che si ribellano al degrado, Retake riepiloga le numerose operazioni di pulizia

“Oggi si chiude un ciclo. Il progetto è Cominciato più di un anno fa ed è partito dall’indignazione e dalla voglia di ribellarsi a violenza e degrado da parte di genitori, insegnanti, presidi, studenti , cittadini baresi. Non è stato facile portarlo avanti e per lunghi periodi abbiamo anche pensato di mollare tutto, ma proprio quando sembrava impossibile poter ottenere i permessi dalla soprintendenza e trovare i soldi per realizzare queste vere imprese civiche, abbiamo trovato aiuto e una sponda utile nelle istituzioni e negli amici” – ricordato sulla Pagina Facebook del Gruppo Retake di Bari:

- Prosegue dopo la pubblicità -


“Si è partiti con la scuola Carducci e poi dopo il covid siamo andati avanti come treni sulla Manzari Bonvino, il convitto Cirillo ed infine è toccato al Flacco. Si è trattato in tutti i casi di edifici vincolati. Ci son voluti progetti, carte bollate, addirittura fotomontaggi e render. Ci son stati tavoli tecnici tra architetti, soprintendenza ed esperti nel campo dell’edilizia. Alla fine siamo riusciti nel nostro intento: dare fiducia e speranza. Ribellarsi a degrado, violenza, bruttezza è possibile, lo si puó fare tutti insieme, divertendosi e rispettando la legge. Abbiamo sviluppato un protocollo d’azione con il comune…un approccio Montessoriano direbbe qualcuno.” Li abbiamo aiutati ad aiutarci!” Abbiamo aiutato le istrituzioni a districarsi tra i meandri di burocrazia, dubbi, rimpalli di responsabilità. Alla fine la nostra guida è sempre stato l’art. 118 della costituzione: principio di sussidiarietà. L’ultima iniziativa: “Così tra alti e bassi, carte ,incontri,mail , permessi e bolli è trascorso più di un anno. Le polemiche le lasciamo ai tipi da scrivania, noi anche ieri nonostante lavoro, famiglie, problemi eravamo ancora per strada a costruire una città migliore con 300 ragazzi del Liceo Classico Quinto Orazio Flacco, la scuola i cui ragazzi e la cui preside son stati in grado di far venire i brividi ad una città intera. Ci rivediamo presto ci aspetta un lungomare da colorare e un bosco urbano da piantare. P.S. post da evitare per i deboli di cuore che rientrano nelle seguenti categorie: cinici, pessimisti, brontoloni” – concludono. Il post completo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Oggi si chiude un ciclo Il progetto è Cominciato più di un anno fa ed è partito dall’indignazione e dalla voglia di…

Pubblicato da RetakeBari su Domenica 18 ottobre 2020

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Inoltre, scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp dell’area metropolitana di Bari (clicca qui per accedervi) per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -