Autogrill ricorda ancora una volta: “non siamo “movida”, rispettiamo regole”

Una notizia che sta facendo molto discutere in questo delicato periodo storico riguarda un episodio. A tal proposito, si è espressa la catena Autogrill:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“In relazione alla notizia relativa alla festa di compleanno che secondo la stampa si sarebbe svolta, in violazione delle norme dell’ultimo DPCM, presso un’area di sosta di Acquaviva delle Fonti (BA), Autogrill ritiene fondamentale ribadire in primo luogo che tutti i punti vendita del Gruppo operano nel pieno rispetto delle regole e rimangono aperti dopo le ore 18.00 per svolgere il necessario servizio di pubblica utilità lungo le autostrade d’Italia. Quanto allo specifico avvenimento, si segnala che l’area di servizio in questione non ha marchio Autogrill e non è gestita da alcuna azienda del Gruppo. Ancora una volta, ci inorgoglisce essere un simbolo per gli italiani, ma raccomandiamo di riportare sempre con la giusta attenzione e sensibilità notizie riguardanti assembramenti (o inviti ad assembramenti, come nel caso dei recenti “meme” circolati sui social media) presso aree di servizio che – secondo l’esenzione prevista dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – rimangono aperte non certo per permettere la “movida”, ma per consentire un importante ed essenziale servizio di pubblica utilità a chi viaggia per necessità o per lavoro. L’esposizione impropria del nostro marchio rischia di vanificare gli enormi sforzi che l’azienda, con investimenti e con l’impegno costante dei propri dipendenti,  sta facendo per gestire la grave emergenza in corso”.  

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni via Whatsapp. Inoltre possibile partecipare al gruppo Whatsapp dedicato alla regione Puglia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -