Botti, in Puglia c’è già un ferito: 16enne perde un dito.

I botti sequestrati ad Andria

A distanza di svariate ore dallo scoccare della mezzanotte, nella giornata del 31 dicembre 2020 si conta già un primo ferito per l’esplosione di botti di Capodanno:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come riportano anche fonti giornalistiche telematiche, il primo ferito in Puglia è un sedicenne di Altamura che la scorsa notte. Razzi, candele romane, batterie di petardi, batterie di tubi di lancio sono stati sequestrati dai finanzieri della Compagnia di Andria all’interno di un’attività commerciale della città, dove abilmente celati, erano stipati prodotti pirotecnici rientranti nella categoria V, detenuti illecitamente senza licenza di polizia né l’autorizzazione prefettizia. Nel barese, invece, due cognati, di 38enne e 31 anni di Polignano a Mare sono stati arrestati dai Carabinieri di Bari poché detentori di ben 113 bombe carta ed altro materiale per complessivi 20 kg di esplosivo occultati in un box auto.
Altri 20 chili di materiale esplodente sono stati sequestrati dalla Polizia di Taranto ad un preiudicato 36enne, nascosti all’interno di un tramezzo in cucina.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni via Whatsapp. Inoltre possibile partecipare al gruppo Whatsapp dedicato alla regione Puglia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -