Puglia: ruba dai salvadanai per bimbo malato, Polizia lo identifica attraverso i video registrati dalle telecamere. La somma restituita alla raccolta fondi

Si era avvicinato ad alcuni salvadanai posti all’interno di alcuni esercizi commerciali che avevano aderito ad un’iniziativa solidale e si è impossessato del contenuto degli stessi. Per questo un uomo è stato denunciato dalla Polizia di Stato nei giorni scorsi a Sud della Puglia. Un episodio che fa ulteriormente indignare se si pensa alla destinazione originaria dei soldi raccolti dagli esercenti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come confermano alcune fonti giornalistiche telematiche, i soldi raccolti nei salvadanai erano destinati ad una raccolta fondi a sostegno delle cure di un bambino di 16 mesi affetto da Sma. L’identificazion e dell’uomo è stata effettuata dopo un controllo anti-droga nell’abitazione del criminale – un pregiudicato di Taranto – che custodiva nella propria abitazione 8 boccette di metadone senza alcuna etichettatura. Poi, l’ulteriore scoperta:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Attraverso le analisi delle immagini registrate dai locali impianti di videosorveglianza posti negli esercizi commerciali vittime di furto dei salvadanai, i poliziotti sono riusciti ad identificare nell’uomo l’autore del furto, che, scoperto dai Falchi della Squadra Mobile e dalla locale Squadra Volante, ha deciso di consegnare spontaneamente la somma di 50 euro che è stata sequestrata e restituita al responsabile della raccolta fondi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni via Whatsapp. Inoltre possibile partecipare al gruppo Whatsapp dedicato alla regione Puglia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -