Puglia: l’antichissima Storia di Brindisi e del suo porto – link video

Ci sono diverse tradizioni riguardanti i suoi fondatori; uno di loro sostiene che sia stata fondata dal leggendario eroe Diomede . Il geografo Strabone dice che fu colonizzato da Cnosso a Creta:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Mappa di Brindisi del XVI secolo di Piri Reis – fonte foto embed: Wikipedia.org

Brindisi era originariamente un insediamento messapico antecedente all’espansione romana. Il nome latino Brundisium , attraverso il greco Brentesion, è una corruzione del messapico Brention che significa “testa di cervo” e probabilmente si riferisce alla forma del porto naturale. Nel 267 a.C. (245 a.C., secondo altre fonti) fu conquistata dai Romani e divenne colonia latina. Nel promontorio delle Terre di Punta, che si trova nel porto esterno, è stato individuato un villaggio dell’età del bronzo (XVI secolo aC) dove un gruppo di capanne, protette da un terrapieno di pietre, ha restituito frammenti di ceramica micenea . Erodoto ha parlato dell’origine micenea di queste popolazioni. La necropoli di Tor Pisana (a sud del centro storico di Brindisi) ha restituito vasi corinzi nella prima metà del VII secolo a.C. La Messapia brindisina intrattenne certamente forti rapporti d’affari con la sponda opposta dell’Adriatico e con le popolazioni greche del Mar Egeo:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Il pilastro romano che segna la fine dell’antica Via Appia a Brindisi

Dopo le guerre puniche divenne un importante centro della potenza navale romana e del commercio marittimo. Nella guerra sociale ottenne la cittadinanza romana e fu fatto porto franco da Silla . Subì, tuttavia, un assedio condotto da Cesare nel 49 aC, parte della Guerra Civile di Cesare ( Bell. Civ. I. ) E fu nuovamente attaccato nel 42 e 40 aC. Il poeta Pacuvio nacque qui intorno al 220 a.C., e qui il famoso poeta Virgilio morì nel 19 a.C. Sotto i romani, Brundisium – una grande città ai suoi tempi con circa 100.000 abitanti – era un porto attivo, il principale punto di imbarco per la Grecia e l’Oriente, via Dyrrachium o Corcyra . Era collegata a Roma dalla Via Appia e dalla Via Traiana . Il termine della Via Appia, in riva al mare, era anticamente fiancheggiato da due bei pilastri. Ne rimane solo uno, il secondo è stato sottratto e trasferito nel vicino comune di Lecce. In epoca medievale, da Brindisi si partì anche per una delle Crociate verso oriente, mentre l’imperatore Federico II fece ergere anche un castello. Ancora oggi, la città affascina i ricercatori per il suo eccezionale patrimonio storico ed ambientale. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un interessante filmato diffuso su YouTube pubblicato dal canale “Pillole di Storia e Geopolitica” al quale autore esprimiamo i nostri più sinceri complimenti per il filmato realizzato. Il link al video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/pugliareporter. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui.