Puglia: rinvenuti 91 kg di mitili di dubbia provenienza in una pescheria di Taranto. 1.500 di sanzione al titolare

Controlli in città congiunti tra Polizia di Stato, Guardia Costiera ed Asl di Taranto finalizzata a verificare il rispetto delle norme igienico sanitarie e delle norme in materia di etichettatura e tracciabilità di mitili e prodotti ittici in generale. Dal controllo presso una nota pescheria della città sono stati rinvenuti 91 kg di mitili, di cui alcuni già sgusciati e confezionati in vaschette, per i quali non è stato possibile accertare la provenienza in quanto privi di etichettatura.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’intero quantitativo di prodotto ittico è stato sequestrato e distrutto a mezzo di un compattatore della ditta Kyma Ambiente e, nei confronti del titolare dell’esercizio commerciale, è stata elevata una sanzione di 1.500 euro per aver violato gli obblighi relativi alle corrette informazioni da fornire al consumatore finale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile seguire tutte le news cliccando “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/PugliaReporter. Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Taranto per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -