Bari riparte: il 7 maggio confermato spettacolo su San Nicola – video

È stato presentato alla stampa questa mattina l’evento in programma venerdì 7 maggio, in largo Abate Elia, che celebra il rito della traslazione delle reliquie di San Nicola con l’adattamento della commedia “Nicolaus: e venne dal mare di Vito Maurogiovanni a cura del regista Nicola Valenzano:

comune.bari.it

Lo spettacolo, della durata complessiva di 100 minuti circa, sarà ripreso e trasmesso in diretta televisiva a partire dalle ore 21.20 da TeleNorba. L’evento sarà anche disponibile in streaming sulle pagine Facebook San Nicola 2021, Basilica Pontificia San Nicola e sul canale YouTube di Telenorba. La narrazione ambientata nel 1087, quindici anni dopo il passaggio della città ai Normanni che l’avevano strappata ai Bizantini, dà voce al popolo barese, ai suoi timori e alle speranze riposte nell’impresa dei 62 marinai in partenza per Myra, mentre l’abate Elia, che sul finale accoglierà le ossa del Santo, ripercorre la vita e le opere di San Nicola. Attraverso la rievocazione dei momenti salienti della leggenda, gli spettatori assisteranno sia alla messa in scena di due dei miracoli più noti del Santo – la dote alle tre fanciulle che il padre voleva avviare alla prostituzione e il miracolo dei naviganti, più noto come la tempesta – sia a un racconto più “leggero” riportato dalla tradizione popolare, ovvero quello del ciuccio bianco e del ciuccio nero. In occasione del settecentesimo anniversario della morte di Dante, Nicola Valenzano renderà omaggio al sommo poeta affidando all’abate Elia, a commento della vicenda delle tre fanciulle, i versi del XX canto del Purgatorio che recitano “Esso parlava ancor de la larghezza/ che fece Niccolò a le pulzelle,/ per condurre ad onor lor giovinezza”:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Essere qui su questo palco, oggi, è come intravedere la luce in fondo al tunnel – ha esordito in conferenza stampa il sindaco Antonio Decaro – significa riappropriarci di un piccolissimo pezzo di quella quotidianità che ormai abbiamo quasi dimenticato. Vogliamo ripartire e lo vogliamo fare con San Nicola. Per questo abbiamo pensato di organizzare un evento dedicato al santo patrono che non sarà, ovviamente, la tradizionale festa di maggio, ma che testimonierà la nostra volontà di ripartire, con tutte le limitazioni e nel rispetto delle restrizioni ancora vigenti. L’evento sarà visibile soltanto da casa attraverso la televisione o sui social mentre le funzioni religiose dei prossimi giorni avverranno tutte con le regole del contingentamento. Permettetemi di ringraziare l’assessora Ines Pierucci, padre Giovanni e l’intera comunità della Basilica di San Nicola non solo per averci concesso un luogo magico qual è il piazzale della Basilica per svolgere questo evento ma anche e soprattutto per tutto ciò che fanno ogni giorno per la nostra città. E ancora, voglio ringraziare Nicola Valenzano e tutti gli operatori che hanno accettato questa sfida: una sfida coraggiosa, non priva di difficoltà, soprattutto in virtù del grande momento di crisi che il settore dello spettacolo ha vissuto nell’ultimo anno. Infine, grazie alla Banca di Credito Cooperativo che ancora una volta non ci ha fatto mancare il suo sostegno confermandosi un partner solido e affidabile. Insieme vogliamo regalare a Bari e ai baresi il sogno di poter tornare alla normalità. A piccoli passi, ma con la convinzione che San Nicola vorrà benedire questo nuovo inizio per la città”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“San Nicola rappresenta da sempre la nostra identità culturale e, anche dopo un anno difficile come quello trascorso, abbiamo voluto rendergli omaggio – ha proseguito l’assessora alle Culture Ines Pierucci – . Passa il tempo e il mondo cambia ma resta la forza della cultura, che reagisce e risponde alle esigenze della comunità, a cui ora più che mai abbiamo il dovere di restituire fiducia. Così come abbiamo il dovere di restituire dignità professionale al mondo degli operatori culturali, che ringrazio per aver resistito a tutti questi mesi di sospensione e che, nei limiti delle nostre competenze, abbiamo cercato di sostenere a tutti i livelli. Per questo spettacolo, dedicato a Gianni Colajemma e tratto da un testo di Vito Maurogiovanni, per il quale ringrazio Nicola Valenzano e il Gruppo di Ideazione di Christian Calabrese, nonché la produzione esecutiva di Ismaele film e la direzione artistica di Antonio Azzalini con il gruppo Norba, sono impegnati più di cento lavoratori tra artisti e operatori del settore. Nonostante il Corteo storico sia sempre stato seguito anche in televisione, quest’anno la diretta televisiva diventa la modalità di fruizione unica ma credo che la trasposizione teatrale dell’evento, con la straordinaria scenografia della Basilica Pontificia, permetterà di seguire e meglio approfondire la storia nella sua completezza. In attesa di nuove misure destinate al comparto, che guarderanno alla nuova programmazione della città con obiettivi strategici, ricominciamo da San Nicola. Chissà che questo tipo di evento non rappresenti una nuova occasione narrativa, da esportare anche fuori dalla nostra città, che ci permetta di celebrare il nostro santo patrono ricordando la nostra storia come nel racconto che continua a tramandarsi di generazione in generazione. Vessillo di pace, di speranza e di progresso”. (Fonte: comune.bari.it). A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad alcuni servizi televisivi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/baripuglia. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.

- Prosegue dopo la pubblicità -