Puglia: studentessa vittima di stalking e atti osceni, arrestato 55enne nel barese

I Carabinieri della Stazione di Monopoli hanno arrestato in flagranza di reato per stalking e atti osceni in luogo pubblico un 55enne del luogo, già gravato da precedenti specifici. L’operazione rientra nei servizi svolti ambito “Scuole Sicure”, un progetto che vede i militari impegnati quotidianamente in attività di pattugliamento e controllo durante gli orari di ingresso negli Istituti Scolastici, volti a garantire la sicurezza degli studenti e prevenire i reati in genere.

Le indagini sono scattate quando veniva segnalata la presenza di un uomo sospetto che, da circa una mese, sostava nei pressi di un istituto scolastico, adocchiando in particolare una fanciulla che frequentava le lezioni, costringendola anche a cambiare tragitto per paura di doverlo incontrare. Pertanto veniva disposto un servizio di osservazione, durante l’orario di ingresso, volto ad individuare l’uomo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

quest’ultimo non tardava a presentarsi ed infatti poco dopo fermava la fanciulla con la scusa di futili motivi mentre si accingeva ad entrare in classe, portandosi nel frattempo le mani nelle parti intime. Immediato è scattato l’intervento dei militari che lo hanno bloccato e tratto in arresto. Al termine delle formalità, il 55enne è stato tradotto presso il carcere di Bari a disposizione della locale Procura della Repubblica in attesa del rito di convalida.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/baripuglia. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.

- Prosegue dopo la pubblicità -