Taranto, Consiglio di Stato ha deciso: l’acciaieria può tornare in funzione, rivolta degli ambientalisti “pugnalata alla salute pubblica”. La replica: “pronti a transizione ecologica” – video

Il Consiglio di Stato ha deciso: l’area a caldo dell’acciaieria di Taranto potrà tornare in funzione, in barba all’ordinanza comunale del Sindaco che chiedeva invece garanzie dal punto di vista ambientale. I giudici giustificano la decisione riferendosi ad una “assenza di pericolo imminente” mentre in molteplici comitati si segnala l’insorgenza di malattie causate dall’inquinamento riconducibile alle attività siderurgiche nella città dei due mari, con particolare attenzione per il quartiere Tamburi. Realtà che, dall’altra parte, si scontrano contro le esigenze dal punto di vista economico ed occupazionale:

Nelle ultime ore, alcune associazioni di categoria si erano radunate appellandosi alle istituzioni per la tutela del lavoro che ruota attorno alle attività dell’acciaieria. Nel frattempo, Acciaierie d’Italia ha reso noto di essere “pronta a presentare già dalla prossima settimana” la propria proposta di piano per la transizione ecologica dello stabilimento di Taranto, con l’obiettivo di arrivare a produrre “l’acciaio verde italiano”. A riferirlo è la stessa società, che parla di un progetto, studiato assieme “ai partner industriali Fincantieri e Paul Wurth”, con “l’applicazione di tecnologie innovative ambientalmente compatibili”. Ricordiamo che è possibile seguire tutte le news cliccando “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/PugliaReporter. Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Taranto per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com. Rirguardo l’acciaieria di Taranto, riportiamo qui sotto il link ad un servizio televisivo diffuso sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -