La Puglia cinque anni dopo la strage di Andria-Corato

“Sono passati cinque anni da quella drammatica mattina del 12 luglio 2016 in cui persero la vita 23 persone nel disastro ferroviario sulla tratta Andria-Corato. Il nostro cuore e i nostri pensieri sono rivolti alle vittime, alle loro famiglie, a chi è rimasto ferito e a tutti coloro che sono stati toccati da questa tragedia. Non dimentichiamo” – ricorda il governatore pugliese, Michele Emiliano, che su Facebook ha diffuso un post:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Toccante il contenuto di un post diffuso sui social dal Sindaco di Andria, Giovanna Bruno: “Alle 11.06, 23 vite spezzate da lamiere di treni incagliati, funestamente scontratisi su binari di fuoco, su un tappeto di polvere bianca del sole cocente, tra un coro di cicale sugli ulivi della pace. La nostra terra intrisa di sangue, di dolore, di lacrime, di incredulità.
PASQUALE, GIUSEPPE, SERAFINA, MARIA, ALESSANDRA, ROSSELLA, PATTY, ENRICO, LUCIANO, MICHELE, ALBINO, SALVATORE, GIULIA, NICOLA, IOLANDA, BENEDETTA, DONATA, MAURIZIO, FULVIO, ANTONIO, FRANCESCO, GABRIELE, GIOVANNI.
Al km 51 la morte ebbe il sopravvento, in quel drammatico 12 luglio 2016.
Attoniti, smarriti, in cerca di rifugio e di consolazione, chiediamo oggi che quelle anime continuino in chi le ha conosciute, le ha amate, le vive per l’eternità” – ha concluso la prima cittadina andriese. Il link al post:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.facebook.com/brunosindaco.it/posts/334602058322965

- Prosegue dopo la pubblicità -