A Barletta trovati metalli pesanti in 366 bambini, studio shock fa discutere su inquinamento. Riscontrati livelli superiori di arsenico, mercurio e bario – video

Sta facendo molto discutere lo studio scientifico pubblicato online in lingua inglese sulle piattaforme scientifiche pubmed, researchgate.net e springer.com che riporta il ritrovamento di molteplici tipologie di metalli pesanti nelle unghie di oltre 360 bambini residenti nella città di Barletta:

Nello studio scientifico, firmato da Agostino Di Ciaula, si parla di 24 tipologie di metalli pesanti ritrovate nelle unghie di 366 bambini (6-10 anni) che che vivono e frequentano la scuola in una città che ospita un cementificio. “Indirizzi abitativi e scuole sono stati geocodificati e attribuiti ad aree esposte o di controllo, secondo le concentrazioni al suolo modellate di PM10 generate dalla cementeria. Sono stati monitorati i livelli di PM10 e NO2 nell’aria. I livelli di PM10 erano più alti nell’area esposta rispetto all’area di controllo. La concentrazione media più elevata di PM10 è stata registrata vicino alla cementeria. Al contrario, la maggiore concentrazione di NO2 si è verificata nell’area di controllo, dove il traffico veicolare e il riscaldamento domestico erano le fonti prevalenti di inquinanti. I bambini esposti avevano concentrazioni più elevate di nichel (Ni), cadmio (Cd), Mercurio (Hg) e Arsenico (As) rispetto ai controlli. Queste concentrazioni si correlavano, indicando una fonte comune. La concentrazione di bario (Ba) nell’unghia del piede era maggiore nel controllo rispetto all’area esposta. La posizione della scuola frequentata era un predittore delle concentrazioni di Cd, Hg, Ni, Ba, dopo l’aggiustamento per i fattori confondenti” – si legge nel testo dello studio che aggiunge:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“In conclusione, i bambini che vivono e frequentano la scuola in un’area urbana esposta alle emissioni dei cementifici mostrano un bioaccumulo cronico di metalli tossici e una significativa esposizione all’inquinamento da PM10. I cementifici situati in aree urbane popolose sembrano quindi dannosi e sono necessarie politiche di prevenzione primaria per proteggere la salute dei bambini. La concentrazione di bario (Ba) nell’unghia del piede era maggiore nel controllo rispetto all’area esposta. La posizione della scuola frequentata era un predittore delle concentrazioni di Cd, Hg, Ni, Ba, dopo l’aggiustamento per i fattori confondenti. In conclusione, i bambini che vivono e frequentano la scuola in un’area urbana esposta alle emissioni dei cementifici mostrano un bioaccumulo cronico di metalli tossici e una significativa esposizione all’inquinamento da PM10. I cementifici situati in aree urbane popolose sembrano quindi dannosi e sono necessarie politiche di prevenzione primaria per proteggere la salute dei bambini. La concentrazione di bario (Ba) nell’unghia del piede era maggiore nel controllo rispetto all’area esposta. La posizione della scuola frequentata era un predittore delle concentrazioni di Cd, Hg, Ni, Ba, dopo l’aggiustamento per i fattori confondenti. In conclusione, i bambini che vivono e frequentano la scuola in un’area urbana esposta alle emissioni dei cementifici mostrano un bioaccumulo cronico di metalli tossici e una significativa esposizione all’inquinamento da PM10. I cementifici situati in aree urbane popolose sembrano quindi dannosi e sono necessarie politiche di prevenzione primaria per proteggere la salute dei bambini. e una significativa esposizione all’inquinamento da PM10. I cementifici situati in aree urbane popolose sembrano quindi dannosi e sono necessarie politiche di prevenzione primaria per proteggere la salute dei bambini. e una significativa esposizione all’inquinamento da PM10. I cementifici situati in aree urbane popolose sembrano quindi dannosi e sono necessarie politiche di prevenzione primaria per proteggere la salute dei bambini” – conclude lo studio.  A tal proposito, riportiamo qui sotto i link ad alcuni servizi televisivi diffusi sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il Senatore Ruggiero Quarto (M5S) ha riferito in aula del Senato della Repubblica i risultati dello studio di Di Ciaula:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere i link di tutte le news riguardanti la Provincia di Barletta-Andria-Trani dall’app gratuita Telegram cliccando sul link al canale https://t.me/andriabarlettatrani. Per gli utenti Facebook, invece, è possibile cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/PugliaReporter. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.