“Fumi tossici arrivati in Puglia, chiudete finestre e usate mascherine”, la denuncia da Altamura e Gravina dopo l’incendio della discarica di Matera

Anche dopo lo spegnimento, l’incendio avvenuto a Matera continua a destare preoccupazione per via dei fumi tossici inalati:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il timore, infatti, si sposta in Puglia dove il vento ha portato parte dei fumi dell’incendio avvenuto in contrada La Martella dal territorio della Murgia Materana al territorio dell’Alta Murgia del barese. Come segnalato su Facebook dalla Sindaca di Altamura, infatti, “L’odore di bruciato credo lo sentiate come lo sento io. L’aria che stiamo respirando è terribile, lo affermo anche se nn abbiamo I risultati dell’ Arpa.Tenete chiuse le finestre e se potete restate a casa. Mi assumo la responsabilità di quello che sto scrivendo” – ha sottolineato sui social. Di simile avviso anche il Sindaco di Gravina in Puglia che scrive:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -
Nel corso della nottata i tecnici dell’Arpa Puglia, con l’assistenza della Polizia Locale, sono stati impegnati in una serie di verifiche sulla qualità dell’aria, a seguito dell’incendio che nel pomeriggio di ieri ha interessato la discarica di La Martella, in agro di Matera.

I risultati dei primi rilievi saranno trasmessi al Comune in giornata. L’attività di monitoraggio proseguirà invece anche nelle prossime ore, attraverso due centraline installate in città. In attesa di comunicazioni ufficiali, a seguito delle quali si valuterà l’adozione dei provvedimenti eventualmente opportuni e necessari, si invitano i cittadini ad osservare le regole di prudenza, evitando di trattenersi all’esterno della propria abitazione o di aprire finestre e balconi, indossando comunque una mascherina Ffp2 qualora ci si trovasse all’aperto. Seguono aggiornamenti” – concludono da Gravina dove, nello stesso periodo, si registrano svariati incendi nel più vicino Bosco Difesa Grande, mentre ad Altamura un altro incendio aveva colpito un deposito di rifiuti plastici. Un periodo difficile e disastroso da dimenticare. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un video diffuso su YouTube:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegramiscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/pugliareporter. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.