Puglia: rintracciato a Triggiano il pregiudicato che evase dal carcere di Trani ad agosto. Arrestata anche la compagna

Nella decorsa serata, i poliziotti delle Squadre Mobili delle Questure di Bari e della BAT, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia, hanno tratto in arresto A.D. classe ‘99, pregiudicato, resosi responsabile della plateale fuga dalla casa Circondariale di Trani, lo scorso 26 agosto. Il detenuto, ristretto presso quell’Istituto di Pena, per scontare la prevista pena per l’omicidio, avvenuto nel 2015 a Giovinazzo, di Spera Gaetano, approfittando di un momento propizio, era riuscito a scavalcare le mura di cinta del carcere, facendo perdere le proprie tracce nelle limitrofe campagne, congiuntamente ad un altro detenuto, consegnatosi, invece, presso gli Uffici della Questura di Bari, pochi giorni dopo.

Viceversa, il 22enne, aveva deciso di rendersi irreperibile, permanendo nello stato di latitanza fino a che, gli investigatori della sezione Omicidi della Squadra Mobile di Bari, collaborati dall’omologo Ufficio della Questura della BAT, sono riusciti a catturarlo a Triggiano (BA), ove il pregiudicato aveva trovato un comodo rifugio, non privo di vie apposite di fuga. Ed infatti, al momento dell’intervento degli agenti della Polizia di Stato, coordinati dal Pubblico Ministero titolare dell’indagine, l’evaso tentava di sottrarsi alla cattura, scappando attraverso una finestra e riuscendo a guadagnare repentinamente i tetti delle abitazioni limitrofe.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tallonato dai poliziotti, ne nasceva un pericoloso inseguimento che si protraeva di tetto in tetto, sino a che l’evaso veniva raggiunto, immobilizzato ed ammanettato. Nel corso dell’operazione, veniva altresì tratta in arresto la rispettiva compagna N.S. classe 2000, incensurata, trovata in compagnia del fuggitivo e che ne aveva favorito lo stato di irreperibilità. Dopo le formalità di rito, l’evaso è stato quindi condotto in Carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Proseguono le indagini finalizzate a identificare tutti coloro i quali hanno favorito la fuga e la latitanza dell’uomo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/pugliareporter. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.

- Prosegue dopo la pubblicità -