Puglia: cinese picchiato poiché incolpato ingiustamente di essere la causa del virus

Assurdo episodio di violenta a nord della Puglia dove, nei giornni scorsi, un giovane di origini cinesi è stato picchiato in un esercizio commerciale:

Stando a quanto dichiarato dalla vittima dell’aggressione – informazioni poi rilanciate anche da alcune fonti telematiche – il giovane di origini cinesi ma residente a Foggia era in un supermercato della periferia del capoluogo foggiano quando, durante la spesa, ha notato la presenza di una donna senza mascherina impegnata a discutere con una commessa dell’attività:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Avvicinatasi al giovane, la cliente, rivolgendosi proprio a lui con fare minaccioso, avrebbe poi esclamato “Cinese di m***a hai portato il virus in Italia“. Il giovane di origini asiatiche avrebbe quindi commentato l’affermazione della donna, sottolineando l’ingiusta accusa nei suoi confronti. A quel punto, ne è nato un diverbio sfociato in rissa:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il cinese avrebbe prima ricevuto un ciaffone dalla donna e poi, dopo l’intervento del marito della cliente, persino una bottigliata sulla tesa. Traumatizzato, arrabbiato e ferito per quanto accaduto, il giovane ha poi denunciato pubblicamente l’aggressione attraverso un video diffuso sul web. Sul luogo sono poi giunti i militari dell’Arma dei Carabinieri che sarebbero così riusciti a riportare la calma. Una situazione spiacevole che dovrebbe far riflettere tutti: un allarmismo eccessivo riguardante un problema sanitario che, talvolta, sembra mettere i cittadini l’uno contro l’altro, alla ricerca di assurdi capri espiatori che nulla hanno a che fare quella che è una malattia che va combattuta solo con strumenti medici (e non con un’inutile “caccia alle streghe” forse alimentata in parte, oltre che dal malcostume e dalla cattiveria di taluni, anche da messaggi dall’eccessivo contenuto allarmistico di chi dovrebbe informare la cittadinanza in maniera serena, chiara e senza l’uso di elementi fuorvianti capaci di scatenare il panico e la rabbia tra la popolazione).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/pugliareporter. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.