Puglia: approda la seconda nave a vela più grande al mondo costruita nel 1926, il ricordo a Bari (correva l’anno 2014) – video

Un evento storico, un ricordo indelebile per i frequentatori del capoluogo pugliese. Parliamo dell’approdo di una nave particolare:

https://upload.wikimedia.org/

Correva l’anno 2014 e a Bari approdava il veliero Kruzenshtern (o Krusenstern) che fece tappa straordinaria in Puglia. Nello specifico, si tratta di un veliero formato da quattro alberi barque (russo: барк) costruito nel 1926 a Geestemünde a Bremerhaven, in Germania come Padova (dal nome della città italiana). La gigantesca nave a vela – superata per dimensioni solo dalla Sedov, un’altra ex nave tedesca – è la più grande nave a vela tradizionale ancora oggi in funzione. Ceduta all’URSS nel 1946 come “pagamento” di guerra e ribattezzata in onore dell’esploratore tedesco baltico dell’inizio del XIX secolo al servizio della Russia, Adam Johann Krusenstern (1770-1846), l’ex Padova è l’unico del suo tipo ancora in uso, principalmente per scopi di addestramento, con i suoi porti di origine a Kaliningrad (ex Königsberg) e Murmansk:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dal 1968 al 1972 ha avuto luogo un’importante modernizzazione, installando il suo attuale set di motori e applicando la sua attuale vernice dello scafo: nera con un’ampia striscia bianca con rettangoli neri destinati a dare l’illusione dei cannonieri. Kruzenshtern guidò il corteo internazionale di velieri nel porto di New York per l’Operazione Sail il 4 luglio 1976. Nel gennaio 1981 è stata trasferita alla “Industria della pesca estone” a Tallinn e nel 1991 è entrata a far parte della flotta “Accademia statale baltica della pesca” con il suo nuovo porto di partenza a Kaliningrad. Kruzenshtern partecipa a numerose regate internazionali . Dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica il finanziamento è diventato un problema, quindi i passeggeri vengono trasportati a tale scopo. Nel 1995-96 ha circumnavigato il mondo sulle tracce del suo omonimo. Ha di nuovo navigato in tutto il mondo nel 2005-06 per commemorare il 200° anniversario della circumnavigazione di Krusenstern. La nave è stata utilizzata in tre film tedeschi:

- Prosegue dopo la pubblicità -
www.ndr.de

Die Meuterei auf der Elsinore (1935); Herz geht vor Anker (1940) e Große Freiheit Nr. 7 (1944), oltre a numerosi film russi e sovietici. Nel 1997 è stata il soggetto principale di un documentario estone/britannico prodotto da Allfilm e First Freedom Productions chiamato “Tall Ship” e trasmesso su Discovery. Il programma di un’ora è stato diretto da Rein Kotov e prodotto da Graham Addicott e Pille Runk. Il 23 giugno 2009, mentre era in rotta verso il Charleston, South Carolina Harborfest, il suo albero di trinchetto è stato danneggiato in una tempesta al largo delle Bermuda quando la vela è indietreggiata e ha spezzato l’albero. Il 3 maggio 2010 si è fermata a Bremerhaven dopo un viaggio di cinque mesi con tappe a Vancouver per le Olimpiadi Invernali 2010 ea Cuba, dopodiché è tornata a Kaliningrad. [ citazione necessaria ] Il 4 agosto 2014, Kruzenshtern ha affondato il rimorchiatore Diver Master a Esbjerg , in Danimarca, quando una linea tra le due navi non è stata rilasciata. L’11 giugno 2015, ha speronato le due navi pattuglia della guardia costiera islandese Þór e Týr. Entrambe le navi hanno subito danni. Il 27 giugno si incagliò ad Archangelsk. Quel giorno è stata rimessa a galla. Altre curiosità sulla nave:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Padova viene mostrata nel film tedesco Große Freiheit Nr. 7 del 1944 come la nave su cui si iscrive alla fine l’attore principale. Insieme a STS Mir, la nave è stata una delle principali attrazioni durante la celebrazione del Giorno della Costituzione norvegese a Larvik , Vestfold. La nave è solitamente ormeggiata al molo principale e l’equipaggio si unisce alla parata dei cittadini e dei bambini attraverso la città. Riguardo l’approdo a Bari del 2014, riportiamo qui sotto un servizio televisivo diffuso sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/pugliareporter. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.