Puglia: perdono dita e mani a causa dei botti di Capodanno, feriti gravi tra BAT, Bari e Taranto

E’ di almeno tre feriti gravi il bilancio di fine anno nel barese causato dall’esplosione di botti e petardi nella notte di Capodanno:

Stando alle informazioni raccolte, infatti, un uomo di 44 anni Monopoli ha dovuto subire l’amputazione di 2 dita della mano ed è attualmente ricoverato al Policlinico di Bari in prognosi riservata. Non si tratta dell’unico caso nel suo genere nel barese:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un 27enne di Acquaviva delle Fonti ha riportato ferite lacero contuse ed è stato dimesso dall’ospedale con 7 giorni di prognosi. Questi due casi si aggiungono poi ad altre due persone rimaste gravemente ferite nel resto della Puglia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un uomo di origini straniere ma residente nella BAT – ricoverato ad Andriaha perso due dita della mano mentre un uomo di origini tarantine ha perso l’intera mano ed è stato trasportato al Policlinico del capoluogo pugliese. La Puglia è apparsa divisa in due, con intere zone prive di episodi gravi causati da botti e in altre circostanze, invece, con situazioni caratterizzate da esplosioni ben più potenti di un semplice petardo che hanno causato gravissime conseguenze sia per le persone che per manufatti. E’ il caso di Andria dove dei soggetti – attualmente in corso di identificazione da parte delle forze dell’ordine – sono stati filmati mentre introducevano una bomba che ha fatto letteralmente saltare in aria un bidone pubblico per la raccolta di indumenti usati. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/pugliareporter. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. PugliaReporter.com è anche su twitter.com/PugliaReporter e su linkedin.com/company/pugliareporter.

- Prosegue dopo la pubblicità -