Puglia: al riparo la “Fornace” del IV secolo a.C. presso il Museo Archeologico di Altamura. Oggi inaugurazione della tettoia mobile

La fornace del IV secolo a.C. non teme più né le intemperie né l’incuria del tempo. A margine di un importante service dedicato all’ambiente, il Lions Club Altamura-Jesce Murex, inaugura la tettoia mobile installata per garantire riparo e tutela alla fornace del IV sec. a.C. sita nell’area archeologica “La Croce” del Museo Nazionale Archeologico di Altamura. Appuntamento aperto alla città, fissato per oggi, venerdì 4 novembre, alle ore 16 presso il Museo di via Santeramo 88, alla presenza della direttrice del Museo, la dott.ssa Elena Silvana Saponaro, del Presidente del Lions Club, Nicola Cornacchia, di tutti i soci e di quanti avranno piacere a partecipare. La zona archeologica di località La Croce è la più importante ancora conservata sulla collina altamurana immediatamente adiacente all’area del Museo Nazionale Archeologico. Una serie di campagne di scavo a partire dagli anni ’60 e a seguire negli anni ’80, hanno evidenziato una prima frequentazione del territorio durante la fase eneolitica e una fase capannicola collocabile dal XIII-XII sec al IX-VIII sec. a. C. e che si concretizza in una distribuzione dell’abitato in gruppi sparsi con vaste aree destinate agli animali e la necropoli.

Si tratta di capanne a pianta ovale con focolare centrale, battuto pavimentale e muretto di fondazione a sostenere l’alzata e il tetto. Successivamente a partire dal V sec a.C., le abitazioni divengono a pianta rettangolare ad uno o più vani utilizzando tramezzi di mattoni o graticcio. Attribuibili a questo periodo il ritrovamento di tre grosse fornaci destinate anche alla produzione di vasi ed enchytrismoi. Nel V sec. a.C. si nota un periodo di distruzione correlato alle vicende conflittuali tra le popolazioni indigene e la città di Taranto.

Riguardo il blog di PugliaReporter.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/pugliareporter< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/puglia_reporter< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su Facebook.com/PugliaReporter e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/pugliareporter<.  Sempre attraverso Telegram è inoltre possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo Whatsapp per la ricezione dei nostri link cliccando qui.