Obbligo fitofarmaci in Puglia, anche il movimento politico di Varoufakis contro il Decreto Martina targato PD-UE

Contro il decreto Martina che impone l’uso di fitofarmaci adesso si schiera anche Diem25, il movimento politico europeista fondato dall’ex ministro greco Varoufakis. Il decreto Martina, emesso dal precedente governo guidato dal PD di evidente ispirazione della volontà di Bruxelles, è stato già ampiamente criticato dagli agricoltori locali e da molti cittadini del Salento a tal punto da spingere alcune amministrazioni locali ad emettere a loro volta contro-ordinanze per impedire l’utilizzo dei fitofarmaci. L’Unione Europea ha di fatto obbligato la Puglia ad utilizzare prodotti chimici per “contrastare il fenomeno della xylella fastidiosa“. Tuttavia, gli stessi prodotti chimici preoccupano la popolazione locale, sopratutto nell’ambito dell’agricoltura biologica e quindi anche per l’immagine turistica del territorio. Ma le preoccupazioni non provengono soltanto dal mondo agricolo e politico: nelle scorse settimane, una nota emittente televisiva salentina aveva intervistato tre donne affette da sensibilità chimica multipla, preoccupate per l’imposizione del governo centrale. Tanto quanto basta per scatenare proteste e manifestazioni contro l’imposizione targata PD-UE. Gli esponenti locali di Diem25 sottolineano inoltre le incoerenze tra le regole imposte dal precedente governo e quelle previste dal regolamento europeo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il Movimento per la democrazia in Europa 2025, o DiEM25, è un movimento paneuropeo lanciato nel 2016 dall’ex-Ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis. Il progetto è stato ufficialmente presentato il 9 febbraio 2016 al teatro Volksbühne a Berlino. e in seguito a Roma il 23 marzo dello stesso anno. DiEM25 punta ad una riforma delle istituzioni dell’Unione europea per creare una “democrazia piena e compiuta, dotata di un Parlamento sovrano che rispetti l’auto-determinazione nazionale e condivida il potere decisionale con i parlamenti nazionali, i consigli regionali, i consigli comunali”. Per sottolineare l’urgenza di democratizzare l’Europa prima di raggiungere un punto di non ritorno, il movimento pone come orizzonte l’anno 2025 per redigere una costituzione democratica che dovrà sostituire tutti i trattati europei oggi in vigore. Dopo un anno dalla sua fondazione DiEM25 dichiarava di contare oltre 60.000 iscritti provenienti da tutta l’UE.  La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com). Video del Tgr Puglia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -